piste-ciclabili-di-roma

Piste ciclabili di Roma

Roma non è sicuramente la città che rende agevole la mobilità dei ciclisti che vogliono fare della propria passione un modo quotidiano di vivere e di spostarsi. Le piste ciclabili di Roma non permettono quindi di potersi muovere scorrevolmente nel caos del traffico di questa grande metropoli. Infatti, chi desidera vivere la propria passione ciclistica senza doversi cimentarsi nel traffico urbano, deve servirsi della struttura delle piste ciclabili di Roma costruita prevalentemente ai margini della città.

La buona notizia è che proprio queste piste ciclabili che purtroppo non ci permettono di andare e tornare dal lavoro, di portare i figli a scuola o di fare piccoli spostamenti al centro della citta, ci permettono invece di godere dei migliori panorami di Roma, di sfruttare totalmente di momenti di piacere e di essere in totale sicurezza lontani dal caotico traffico romano. Questo perché queste piste ciclabili sono state costruite nella prossimità di parchi storici della città, dei fiumi e nella adiacenza della immensa vegetazione romana.

Migliori itinerari delle piste ciclabili di Roma

Se hai una bicicletta da gara, da trekking o semplicemente una modernissima bicicletta elettrica (la nuova passione dei ciclisti), è possibile beneficiare al meglio Roma percorrendo le piste che disegnano la città da un estremo all’altro. Proveremo ad elencare i percorsi più interessanti, suggerendovi una bella passeggiata in famiglia o semplicemente un modo originale di conoscere la città eterna.

Partiamo da un percorso che collega tre grandi parchi romani: villa Ada, villa Borghese e Villa Pamphili. Una pista a volte su asfalto, a volte su terra, immersa in molto verde. La lunghezza di questo percorso, approssimativamente 11 km non ha reso possibile il collegamento tra i 3 parchi, essendo necessario, in alcuni dei tratti, immettersi nelle strade della città.

Il percorso ciclabili dei parchi di Roma si può trasformare in una vera sfida anche per i ciclisti più esperti visto l’irregolarità del terreno e la distanza da percorrere. La parte più impegnativa si riscontra tra villa Borghese e Villa Pamphili, quando la continuità della pista ciclabile si interrompe e si rende necessario “entrare” nella città. Questo sacrificio comunque viene poi ricompensato dal paesaggio e dalla struttura che offrono i tre parchi; bagni, caffetteria ed acqua sempre disponibile.

Piste ciclabili di Roma: dal centro della città al lungomare di Ostia

E se la voglia è quella di mare, perché non fare il percorso che parte da Casal Palocco in viale Alessandro Magno e arriva al Parco di Castel Fusano, sulla riva del mare? Questa pista ciclabile di cerca 15 kms   è quasi senza pendenze e molto gradevole da percorrere, vista la sua fluidità. In alcuni tratti, costeggia la via Cristoforo colombo, procedendo poi nella Pineta di Castel Fusano, con la possibilità di incrociare elementi della fauna del luogo (in considerazione del fatto che questa pineta è parte di un parco protetto) . L ‘itinerario termina con la vista del mare di ostia.

La ciliegina sulla torta è la pista ciclabile che costeggia il lungomare di Ostia. Immersa nella passeggiata dei pedoni che inconsapevolmente disturbano la nostra passeggiata, è possibile percorrere i suoi quasi 3,5 km partendo dal Pontile de Ostia e arrivare fino al porto di Ostia.

Un altro modo di approfittare in grande stile delle piste ciclabile di Roma è percorrendo l’itinerario storico del lungo Tevere. Nonostante il fiume non offra una area cosi salubre, è possibile comunque usufruire d i 35 km di una pista in buon stato di conservazione e piana nella interezza del percorso. Una delle più lunghe pista ciclabili di Roma attraversa la città da nord a sud partendo da Borgata Fidene, attraversa Tor di Quinto, Ponte Flaminio, Ponte Sant’ Angelo e Ponte Garibaldi; incrocia quindi buona parte della città, quartiere Marconi e Magliana, arriva a Tor di Valle e finisce nella prossimità del grande raccordo annullare.

Conservazione delle piste ciclabili di Roma

Lo stato di conservazione delle piste ciclabile di Roma permettono quindi ai ciclisti di potersi muovere in totale sicurezza. Purtroppo ancora in alcuni tratti, lungo gli itinerari naturale dei parchi della città, è possibile trovare parti della pista ciclabile priva di asfalto adeguato o segnaletica stradale.Quello che in realtà manca è la possibilità di poterle utilizzare come mezzo di trasporto quotidiano. Sono infatti ancora assenti dei collegamenti ed una struttura per far sì che le nostre biciclette possano girare tutta la città.  Accontentiamoci per adesso di utilizzare questi itinerari ciclabili sparsi per la citta (più di 178!!) per sport e per i momenti di relax.